Logo Stress Free

Come superare la paura  #4

Sicuramente la maggior parte di noi ha sentito parlare di forza del pensiero positivo, di affermazioni che provano ad insegnare come ottenere salute e benessere materiale.

Ho trovato molto interessante un articolo in cui si parlava di una ricerca condotta dal Dr. A. Newberg, neuroscienziato e da M. R. Waldman, esperto di comunicazione. Ciò che mi ha colpito è che il risultato della loro ricerca spiega PERCHE’ le affermazioni funzionino.
Cito:

“Al centro del nostro cervello c’è una struttura a forma di nocciolina che si chiama Talamo che porta le informazioni provenienti dal mondo esterno alle altre parti del cervello. Quando immaginiamo qualcosa, queste informazioni vengono mandate al talamo. Le nostre ricerche suggeriscono che il talamo tratta queste informazioni esattamente come quelle provenienti dagli organi di senso e non distingue tra la realtà interiore e quella esteriore.

Così, se tu pensi di essere al sicuro, il resto del cervello penserà di essere al sicuro ma se rimugini su pensieri di paure immaginarie e dubbi su di te, il cervello pensa che ci siano effettivi pericoli provenienti dal mondo esterno.

I nostri pensieri basati sul linguaggio danno forma alla nostra coscienza e la nostra coscienza da forma alla realtà che percepiamo, quindi scegliete bene le parole che userete perché diventeranno concrete come il terreno su cui poggiate i piedi!”.

E ancora:

“Il nostro cervello ci ha dato la possibilità di comunicare in modo straordinario e il modo in cui scegliamo di farlo è in grado di migliorare il funzionamento neurale del cervello. Infatti, una parola ha il potere di influenzare l’espressione dei geni, che regolano lo stress fisico ed emotivo.

Tenendo parole positive e ottimistiche nella nostra mente, viene stimolata l’attività dei lobi frontali. Quest’area include specifici centri del linguaggio che sono connessi direttamente alla corteccia motoria che è quella che ci permette di agire e come le nostre ricerche hanno mostrato, più ti concentri su parole positive, più cominci ad influenzare anche altre aree cerebrali.

Le funzioni nel lobo parietale cominciano a cambiare, il che cambia la percezione di te stesso e delle persone con cui interagisci. Una visione positiva di sé stessi porta a vedere il buono negli altri, mentre una visione negativa di sé porta ad essere sospettosi e dubbiosi.

Nel tempo cambia anche la struttura del talamo in risposta alle parole consapevoli, ai pensieri, ai sentimenti, e crediamo che il cambiamento del talamo influenzi il modo in cui si percepisce la realtà”.

Quindi eccovi un piccolo esercizio pratico per aiutarvi a praticare il pensiero positivo

Ogni sera provate a scrivere 3 cose che sono andate bene durante la giornata e spiegare anche il perché siano andate bene.